Web Toolbar by Wibiya

Messaggi

Chi sono

Chi sono
Amabile Giusti si addormenta la sera sognando di scrivere, si sveglia la mattina con lo stesso chiodo fisso in testa, non è escluso che perfino davanti a un giudice, mentre perora una causa, la sua mente divaghi pensando a come plasmare una storia o finire un capitolo. È un tipo che ascolta molto e parla poco ma quando scrive non si ferma più...
Se volete farla contenta regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica (preferibilmente blu), un manga giapponese, o una piantina grassa (più spine ci sono meglio è). Preferibilmente tutti insieme. Spera di invecchiare lentamente (perché questo pare sia l’unico modo per vivere a lungo...) ma mai invecchiare dentro! Dentro avrà sempre un’età con poco passato e molto futuro e scarsa saggezza.

Seguimi

martedì 30 luglio 2013


Benvenuti alla terza tappa! Le domande per aprire la discussione riguardano  Odyssea, Oltre il varco incantato. Per partecipare è molto semplice, scrivete le vostre risposte nei commenti qui sotto. 





Cosa ne pensate di Squartavene? Cosa vi suscita questo cattivo? Come lo immaginate sotto quel mantello nero? 


Qual è la scena che vi è piaciuta di più di Odyssea 1? Una sola please!




14 commenti:

Lara ha detto...

diciamo che ancora non mi sono fatta un'idea precisa di Squartavene, troppe poche informazioni, poche le sue comparse,mi ricorda uno spauracchio degli incubi dei bambini e sotto il suo mantello credo nasconda un corpo deforme in cerca di rigenerazione.

troppo scontato se dico la sfuriata di Jacko nelle pagine finali alla festa quando iniziano a trapelare i suoi sentimenti per Odyssea? si? lo so ma io adoro quelle parole che esco con sincerità non voluta dalla sua bocca!

Marika bo ha detto...

allora per quanto riguarda Squartavene lo vedo come una sorta di identità negativa, oscuro ,senza corpo ,ma sostenuto da un involucro avvizzito, coperto da un mantello nero,non tocca terra ovviamnete ,e trascina con s euna puzza di morte, il volto non è definito e ha una voce strana come se provenisse da lontano. io non saprei però come definirlo se estremamente cattivo o vedere in lui un so che di ''giustificabile'' comunque gli è stato predetto che sarebbe stato sconfitto da qualcuno e sentirsi predire la propria morte forse ha acuito la sua parte negativa quella minacciosa.
io ho adorato la scena in cui Jacko la salva da Squartavene! =)

Nicol Macchia ha detto...

Squartavene mi richiama un Po quelle storie che si raccontavano per spaventare i bambini ( l' uomo nero), un ombra senza volto e senza tempo che il solo guardarlo ti fa sprofondare nel peggiore incubo. E la scena che più mi ha colpita quando la povera odyssea e stata abbandonata da tutti per affrontare la verifica.

ilaria cassani ha detto...

..squartaneve è la classica persona che ti fa paura a prescindere, dal Tone di voce ai gesti che compie, per arrivare alla fine e conquistare il suo obbiettivo non guarda in faccia nessuno e non ci pensa due volte per togliere di mezzo le persone che passano sul suo cammino, ma sotto il mantello a mio parere troveremo un uomo dai bei lineamenti, magari stanco e maltenuto ma un bell'uomo..
la scena che preferisci di più in assoluto sembrerà scontata ma è quella nelle ultime pagine, la "dichiarazione, non dichiarazione" di jacko nei confronti di odyssea..

Marty s ha detto...

Squartavene credo che sia il tipico mostro che nei film o nei sogni, farebbe, scusami il termine, cagare sotto dalla paura. Ha particolari molto inquietanti e caratteristici come il mantello che lo copre, ma che lascia leggermente intravedere, gli occhi vuoti senza pupilla e la puzza che trascina con sé. Lo conosciamo poco, ma non penso potrà mai piacermi.

Anche io sono come impazzita alla non dichiarazione di Jacko. Sono sicura che tutte noi abbiamo pensato che alla fine lui sì sarebbe in qualche dichiarato, e che siamo rimaste come delle rimbambite mentre lo ascoltavamo dire quelle verità! Nei libri di questo genere alla fine i due protagonisti proclamano sempre il loro amore ed io lo davo per certo che anche qui sarebbe stato così! Invece, no! il castello di carta che mi ero fatta in testa è completamente crollato appena Jacko ha iniziato a parlare. Adoro questa scena perché è stata così intensa e inusuale da farmi capire che anche dei personaggi di un romanzo possono essere reali e non solo due manichini che recitano parole d' amore per fare felice il lettore. Una delle scene di amore/ non amore più belle che abbia mai letto!

Yria ha detto...

al momento ho un po' una visione confusa di squatavene...una via di mezzo tra il protagonista della mummia quando non ha ancora colpito i profanatori dei canopi e un dissennator se mi concedete il paragone....
per quanto riguarda la scena che mi è piaciuta...direi quando Ody si sveglia e si trova Jacko accanto :)

Laurel ha detto...

me lo imamagino alto, con la faccia di un colorito quasi cadaverico. me lo sono sempre immaginato quasi come una ombra. nero, silenzioso, ma la cui presenza di mette i brividi!! forse era anche un bell'uomo, prima di fare del male a tutta quella gente. be ovviamente ho molte scene preferite, se devo dirne una direi quando Ody e sua padre parlano dopo lo scontro con Squartavene, quando è incosciente a letto.

Anonimo ha detto...

Riguardo a Squartavene non ho un immagine ben precisa, mi sembra una persona che cerca di diventare sempre più forte ma al tempo stesso di tornare all'aspetto originale. Probabilmente anche la sua malvagità lo ha fatto cambiare sia mentalmente che fisicamente, forse prima di diventare così cattivo era un uomo con un bell'aspetto e ed ero molto stimato.
A me sono piaciute tutte le scene, ma una delle più belle e emozionanti è stata nella battaglia finale, quando Odyssea scopre che avrà una figlia con Jacko e successivamente quando lui arriva e la sorregge prima che cada.

Anonimo ha detto...

Scusate volevo dire "...era uomo con un bell'aspetto ed era molto stimato."

Eilan Moon ha detto...

Non so' perché ma Squartavene mi fa pena, forse dietro quel male che rappresenta c'è di più... non sono sicura ma mi suscita queste emozioni. Di solitudine e e freddo... fisicamente secondo me sotto gli abiti scuri c'è un ragazzino giovane e fisicamente piacente che si mantiene così grazie alle vite che strappa agli altri.
La scena che mi è piaciuta di più è quando a Odyssea viene rivelata l'identità della giovane ragazza prescelta per distruggere Squartavene e quando JAcko le afferra la mano poco prima di svenire e insieme scacciano dalla biblioteca Squartavene. Quella è la scena più bella in assoluto perché Jacko corre in suo soccorso e noi possiamo pregustare un futuro dove, forse, loro due potranno amarsi così tanto da avere una figlia!

barbara maldera ha detto...

Squartavene non riesco ad immaginarlo,nella mia mente è solo un'immagine confusa,ancora si hanno poche notizie su di lui!
la mia scena preferita di Odyssea? non saprei,tutte...anche se è scontato...

Chiara Balzarotti ha detto...

squartavene mi da l'idea di un uomo con problemi psichici o soggiogato a un potere malefico più forte di lui, perchè dal suo passato sembra essere una persona normale e non si capisce cosa l abbia trasformato in malvagio.
la scena che preferisco è quando Pericle nello scontro finale svela ad odyssea che sarà la figlia sua e di di Jacko a sconfiggere squartavene

Giorgia Di Mariano ha detto...

io penso che squartavene sia un debole , quando gli fù predetto il suo destino aveva il potere di fare una scelta di essere migliore e di conseguenza di cambiare il suo destino . poteva scegliere di cambiare di redimersi ma ha prevalso la paura di sparire di essere dimenticato...
la scena che pù ho amato è quella dove Ody si svegli nella sua stanza e pensa che Jacko sia andato via senza chiudere la finestra , ma poi si accorge che stringendola sta dormendo accanto a se...quando siamo rilassati con le difese abbassate il nostro corpo è un vero traditore!!!

Francesco Caruso ha detto...

Sto leggendo Trent'anni e li dimostro, molto carino e ben scritto. Carlotta è la nostra Bridget Jones con parecchi chili di meno. Gli altri tuoi libri però credo appartengano ad un genere....ehm... che non fa al caso mio (harmonystorico?) e non credo proprio che li leggerò. Poco male per te, visto il numero considerevole dei tuoi fans :-) Prossima recensione dei dolori della giovane Carlotta sul mio blog: lacantinadeilibri.blogspot.com, Facci un salto se ti va. Un saluto

Traduttore

Lettori fissi

Il mio banner

Per condividere il bannerino da me creato dovete solo prelevare il codice qui sotto: (per copiare il codice del banner cliccate all'interno della casellina di testo e premete sulla tastiera ctrl+a per copiare, e poi ctrl+c per incollare il codice dove volete voi)

Visualizzazioni